fbpx

Get your 6-month No-Cost Opt-Out offer for Unlimited Software Automation?

Il Sanity test è un tipo di test del software che si verifica quando viene sviluppata una nuova build del software o quando vengono apportate piccole modifiche al codice o alla funzionalità di una build esistente.

In questo articolo ci addentreremo nella definizione e nei dettagli del sanity testing, esplorando che cos’è il sanity testing, come può essere affrontato e quali strumenti possono rendere il sanity testing del software più semplice ed efficiente.

Indice dei contenuti

Che cos’è il sanity test?

Il Sanity test è un tipo di test del software che viene eseguito dai tester per garantire che una nuova versione del software funzioni come dovrebbe. Si tratta di un processo rapido che può evitare agli sviluppatori e ai team QA di sprecare tempo e risorse in test più rigorosi su build di software non ancora pronte.

Il sanity testing viene spesso utilizzato dopo la correzione di bug o la riparazione, per verificare se le correzioni hanno funzionato e se le funzionalità principali che sono state modificate funzionano come dovrebbero. Dopo l’installazione della build, i tester eseguono il sanity test invece del test di regressione completo per garantire che la build sia funzionale e che le modifiche siano state implementate correttamente.

Se le correzioni dei bug implementate dagli sviluppatori funzionano come dovrebbero, i tester considereranno superato il test di sanità mentale. Se non funzionano come dovrebbero, la build viene rifiutata e rimandata agli sviluppatori per ulteriori modifiche prima di effettuare test più approfonditi.

Quando è necessario fare il test di sanità mentale?

Il sanity test viene solitamente eseguito su software stabile ma non necessariamente funzionale; ad esempio, dopo che sono state apportate piccole modifiche a una build del software, i tester del software possono eseguire dei sanity test per assicurarsi che queste modifiche funzionino correttamente prima di passare al test di regressione completo.

Il Sanity test si svolge dopo lo smoke test, che può accertare se una build è stabile o meno, ma prima del test di regressione. Per esempio, se lo smoke test rivela instabilità che richiedono riparazioni, si potrebbe implementare il sanity test dopo che sono state apportate le modifiche per risolvere questi bug, per identificare se le modifiche funzionano come previsto.

Quando non è necessario fare il test di sanità mentale

Il test di correttezza deve essere eseguito dopo che sono state apportate modifiche a una build stabile del software, per verificare la funzionalità di tali modifiche. Se non sono state apportate modifiche a una build del software o se si è nel mezzo dell’implementazione di modifiche non ancora definitive, non è necessario eseguire il sanity test di una build.

Se si sceglie di non eseguire il sanity test dopo aver apportato modifiche a una build del software, si può risparmiare tempo nel breve termine, ma si corre il rischio di trovare problemi più gravi in seguito, durante il test, che bloccano lo sviluppo e causano gravi ritardi.

Vale sempre la pena di eseguire dei test di sicurezza dopo aver apportato modifiche che potrebbero influire sulle prestazioni, perché è molto meglio identificare tempestivamente qualsiasi potenziale bug o problema, prima di sprecare denaro e risorse in test QA più approfonditi.

Chi è coinvolto nel sanity test

Il Sanity test viene solitamente eseguito dai tester dopo aver ricevuto una build stabile del software per ulteriori test. I tester QA eseguono test di correttezza su singoli aspetti della build, ad esempio su singole funzionalità che sono state modificate o su specifici bug che sono stati risolti.

In questo modo, il sanity testing offre un feedback relativamente dettagliato su aree molto specifiche della creazione del software. Se i test vengono superati, i tester eseguono ulteriori test di regressione. Se falliscono, la build viene restituita agli sviluppatori per un ulteriore lavoro.

I vantaggi del sanity test

Il sanity testing consente di risparmiare molto tempo e fatica, perché impedisce ai team QA di perdere tempo in test più approfonditi prima di accertarsi che le funzioni principali della build del software funzionino come dovrebbero.

Il sanity testing è veloce, economico e necessario se i team di sviluppo e collaudo vogliono creare un software privo di bug in modo efficiente e rapido.

Risparmia tempo e risorse
Non è richiesto alcuno sforzo di documentazione
Può aiutare a identificare gli oggetti mancanti
● Previene i problemi più gravi in seguito

È efficiente e veloce

Il sanity testing è un modo rapido ed efficiente per verificare se le funzionalità chiave di una build di software funzionano come ci si aspetta.

È possibile eseguire semplici test di correttezza in meno di un’ora e, se il test di correttezza viene superato, il team QA ha il via libera per proseguire con ulteriori test.

Non richiede documentazione

La maggior parte dei test di integrità non è scritta, il che significa che i tester non sono tenuti a scrivere i criteri di superamento/errore di ciascun test o a redigere la documentazione per presentare i risultati del test di integrità. Questo significa che può essere fatto in modo relativamente veloce e casuale, senza causare interruzioni significative del lavoro.

Può identificare gli oggetti mancanti

Il sanity testing può aiutare i tester a identificare gli oggetti correlati o mancanti che potrebbero essere cruciali per il funzionamento della build. Poiché il sanity test viene utilizzato per testare funzionalità specifiche singolarmente, è più facile identificare singoli bug e problemi durante il sanity test rispetto all’esecuzione dello smoke test e di altri test iniziali del software.

Previene i problemi più gravi in seguito

I test di verifica della correttezza possono aiutarvi a identificare i problemi fin dalle prime fasi del processo di test e a evitare l’insorgere di bug gravi e clamorosi nel corso dello sviluppo. Identificare i problemi in anticipo può aiutarvi a rispettare i tempi di sviluppo e a prevenire errori costosi.

Le sfide del sanity test

Il test di sanità mentale non è privo di sfide. Il software di sanity testing può aiutare i tester a identificare alcuni dei principali bug di una build prima di continuare con ulteriori test, ma non è un modo affidabile per identificare tutti i problemi che potrebbero sorgere.

Alcune delle sfide del sanity test includono:

Ha un ambito di applicazione relativamente ristretto e può non cogliere alcuni problemi.
Il test di sanità mentale non ha un copione.
Gli sviluppatori non sempre sanno come risolvere i bug riscontrati nei test di correttezza.
Il Sanity test si concentra solo sui comandi e sulle funzioni del software.

Ha un ambito di applicazione ristretto

Il sanity test ha un ambito di applicazione molto ristretto rispetto a molti altri tipi di test. Lo scopo del sanity test è quello di verificare funzionalità o modifiche specifiche per assicurarsi che funzionino correttamente. Al di fuori di queste modifiche, il sanity testing non offre alcuna visione della funzionalità complessiva della build del software.

Non è un copione

Sebbene alcuni tester possano considerarlo un vantaggio, il fatto che il sanity test non sia scritto significa che non c’è documentazione da consultare in futuro se gli sviluppatori o i tester vogliono controllare i risultati di un sanity test. Il test di sanità mentale ha un uso limitato al di là del suo impatto immediato.

Testa solo le funzioni e i comandi

Il Sanity test viene utilizzato solo per testare le funzioni e i comandi in una build del software. Non è possibile verificare il funzionamento del software a livello di struttura progettuale nei test di correttezza, il che significa che non è sempre facile per gli sviluppatori identificare i problemi che si presentano e come risolverli.

Le caratteristiche del sanity test

Il sanity testing può essere differenziato da altre forme di test del software in base alle sue caratteristiche principali. È possibile definire il sanity testing considerando le sue caratteristiche, che sono:

Semplice
Non scritto
Non documentato
Profondo
Stretto
● Eseguito dai tester

Semplice

Il Sanity test è una forma semplice di test del software, che deve essere facile da progettare e altrettanto facile da eseguire. Ciò significa che i test di integrità QA possono essere eseguiti rapidamente, quando sono necessari, senza che i team di test debbano programmare test informali.

Non descritto e non documentato

I test di integrità sono solitamente non scritti e non documentati, il che contribuisce anche al modo casuale in cui i test di integrità possono essere condotti nella maggior parte degli ambienti di test.

Il sanity testing è un processo informale che esiste principalmente per verificare che le funzioni e le caratteristiche modificate funzionino come previsto.

Profondo e stretto

Il sanity testing è un tipo di test del software considerato sia profondo che ristretto. Ciò significa che il sanity testing copre solo una visione ristretta della build del software, ma approfondisce gli aspetti della build che verifica.

Per esempio, i tester del software possono testare in dettaglio la funzione di una singola caratteristica piuttosto che testare tutte le caratteristiche principali a un livello di base.

Eseguito dai tester

I test di sanità mentale sono quasi sempre eseguiti dai tester. Questo differenzia il sanity testing da altre forme comuni di test del software come lo smoke testing, che può essere eseguito sia dai team QA che dagli sviluppatori.

Sanity test vs. smoke test vs. regression test

Spesso si parla di sanity testing, smoke testing e regression testing insieme e alcune persone possono confondere i diversi tipi di test se non comprendono le differenze tra la definizione di sanity testing e gli altri tipi di test.

Smoke e sanity test sono entrambi test rapidi eseguiti per determinare se la build di un software funziona correttamente. Tuttavia, i sanity test sono diversi dagli smoke test e dai test di regressione.

Che cos’è il test del fumo?

Lo smoke testing in QA è un tipo di test del software che viene eseguito sulle nuove versioni del software per verificarne la funzionalità e il comportamento. Un test di fumo è un test rapido che analizza le funzionalità principali del software per assicurarsi che funzionino correttamente.

Ad esempio, supponiamo che stiate testando un’applicazione di shopping mobile. In questo caso, si può utilizzare uno smoke test per verificare se i clienti possono accedere, aggiungere articoli al carrello ed effettuare il checkout senza riscontrare bug o errori di rilievo.

Gli smooth test vengono eseguiti anche dopo che sono state apportate modifiche al codice in fase di sviluppo che potrebbero avere un impatto sulla funzionalità di una build.

Che cos’è il test di regressione?

Il test di regressione è un tipo di test del software che serve a confermare che le recenti modifiche apportate al codice non hanno influito negativamente sulle caratteristiche o sulla funzionalità del software.

Il Sanity test è un sottoinsieme del test di regressione, in quanto prevede la verifica del funzionamento di singole caratteristiche o moduli.

Il test di regressione è la verifica dettagliata di tutte le aree che sono state cambiate o modificate dall’ultima build.

Qual è la differenza tra test del fumo e test di sanità mentale?

Come lo smoke testing, il sanity testing verifica se alcune funzionalità funzionano come dovrebbero.

Tuttavia, a differenza dello smoke testing, il sanity testing si concentra solo su una o due funzionalità, di solito quelle che sono state modificate o riparate più di recente. Una differenza tra smoke e sanity testing è che lo smoke testing fornisce una visione più ampia della funzionalità di una build del software, mentre il sanity testing fornisce una visione più ristretta ma più profonda di un singolo aspetto della build.

Il Sanity test è in definitiva un sottoinsieme del test di regressione, che è un tipo di test del software che i tester utilizzano per verificare il funzionamento di una build del software dopo che sono state apportate delle modifiche.

La differenza principale tra smoke e regression testing è che lo smoke testing in QA viene eseguito su build iniziali o instabili, mentre il regression testing viene sempre eseguito su build stabili.

Sia i tester che gli sviluppatori possono eseguire gli smoke test, mentre i tester eseguono sempre i test di regressione.

Qual è la differenza tra sanity test e regression test?

I test di regressione sono un sottoinsieme dei test di regolarità, il che significa che un test di regolarità è essenzialmente un singolo piccolo elemento di un test di regressione completo.

La differenza più grande tra sanity test e regression test è che il sanity test verifica solo alcune aree selezionate del codice che sono state modificate per “controllare lo stato della build”, mentre il regression test verifica tutte le aree del codice modificato per assicurarsi che funzionino come previsto.

Un’altra differenza tra sanity test e regression test è che il sanity test viene eseguito per primo, mentre il regression test completo ha luogo solo se il sanity test viene superato.

IS YOUR COMPANY IN NEED OF

ENTERPRISE LEVEL

TASK-AGNOSTIC SOFTWARE AUTOMATION?

Smoke, sanity e regression testing: conclusioni

Smoke test, sanity test e regression test sono tipi di test del software che possono aiutare gli sviluppatori e i tester a identificare gli errori nel codice in una fase iniziale dello sviluppo.

Lo smoke testing è il primo tipo di test da effettuare e può essere eseguito sia dagli sviluppatori che dai tester su build instabili. Questa è la principale differenza tra i test di fumo e di regressione.

Il test di sanità mentale viene eseguito successivamente, mentre la regressione completa avviene se entrambi i primi test vengono superati.

Tutti e tre i tipi di test sono essenziali per garantire che i team di sviluppo e i team di QA non sprechino tempo e risorse per creare software con bug eclatanti che potrebbero causare gravi ritardi se scoperti solo in un secondo momento durante lo sviluppo.

Test di sanitizzazione manuali e automatizzati

Le moderne tecnologie di automazione consentono di automatizzare i test di integrità per ridurre la quantità di tempo che i tester devono dedicare a questi test necessari.

Tuttavia, l’automazione dei test di integrità richiede di solito più risorse tecniche rispetto ai test manuali e può essere difficile risparmiare il tempo di sviluppo per creare ed eseguire test di integrità automatizzati senza utilizzare strumenti di test di integrità.

Spesso, la scelta migliore è quella di combinare i normali test automatici con i test di correttezza manuali per esplorare le funzioni principali in modo più dettagliato.

Sanity test manuale: vantaggi, sfide e processo

Il sanity test manuale è qualsiasi tipo di sanity test eseguito manualmente da tester umani. Quando il test viene eseguito manualmente, i tester convalidano da soli le caratteristiche chiave del software testando i risultati dei vari casi di test e verificandoli rispetto ai risultati attesi.

I test manuali sono spesso considerati più dettagliati di quelli automatizzati perché consentono di eseguire test più esplorativi. Mentre i test automatizzati si limitano a seguire uno script prestabilito, i tester manuali possono utilizzare il proprio intuito e il proprio giudizio per esplorare funzionalità e processi che potrebbero richiedere ulteriori indagini. In altre parole, possono andare “fuori copione”.

I vantaggi del sanity test manuale sono

I test manuali possono essere facilmente eseguiti da personale QA non tecnico.
È facile impostare un sanity test manuale senza risorse specifiche.
I tester possono esplorare diversi elementi della build del software durante un test manuale.
Tuttavia, anche il sanity test manuale presenta numerosi svantaggi:

I test manuali richiedono molto tempo e non possono essere eseguiti con la stessa regolarità dei test automatizzati.
I test possono essere meno dettagliati se i tester vogliono risparmiare tempo.
La copertura dei test può essere più limitata
C’è spazio per l’errore umano nei test di correttezza manuali.

Automazione dei test di sanità: vantaggi, sfide e processo

I test automatizzati stanno diventando sempre più popolari tra i team di test che dispongono delle risorse e delle competenze necessarie per implementarli. L’automazione dei test di integrità consente ai team di test di condurre i test di integrità con maggiore regolarità e di standardizzare il processo di test di integrità su più test.

L’utilizzo di strumenti di automazione per il sanity testing del software è uno dei modi più rapidi ed efficienti per eseguire il sanity testing, ma richiede che i team software destinino risorse tecniche alla creazione e alla gestione dei processi di automazione.

Nei team più piccoli, questo potrebbe sottrarre risorse a processi cruciali come lo sviluppo e la correzione di bug.

I vantaggi del sanity test automatizzato includono:

I test di correttezza automatizzati sono molto più efficienti di quelli manuali.
Non ci sono limiti alla regolarità con cui si può eseguire il sanity test quando si utilizza l’automazione.
C’è poco spazio per l’errore umano nell’automatizzazione dei test di sicurezza.
I test di sanità mentale automatizzati possono coprire una gamma più ampia di campioni.

Tuttavia, i test automatizzati presentano anche degli svantaggi, tra cui:

I test automatizzati non lasciano spazio alla soggettività.
I test automatizzati non possono esplorare gli scenari al di fuori di quelli previsti dagli script.
Automatizzare i test di correttezza costa risorse
Non tutti i team di test hanno le competenze tecniche per automatizzare i test di sanity check.

Conclusione: Automazione manuale o sanity test?

Idealmente, i team di sviluppo e i tester possono combinare i test di sicurezza QA manuali con quelli automatizzati per ottenere i migliori risultati. Ciò consente ai team di software di beneficiare della coerenza dei test automatizzati e della flessibilità dei test manuali.

Sia per gli smoke che per i sanity test, automatizzare i sanity test costa in termini di risorse e competenze tecniche, il che significa che non è sempre possibile, soprattutto per i team di software più piccoli o nel caso di sanity test una tantum.

I team di test che desiderano esplorare il testing automatizzato possono utilizzare strumenti di sanity testing per semplificare il processo di automazione e ridurre la necessità di personale di sviluppo aggiuntivo.

Cosa vi serve per iniziare il sanity testing

Prima di iniziare il sanity testing, è importante stabilire come affrontare il test e definire i parametri e gli obiettivi del sanity testing. Non sono necessari molti strumenti per effettuare il sanity test e il sanity test può essere in gran parte non pianificato.

Il più delle volte, il sanity testing viene eseguito perché sono state apportate delle modifiche a una build stabile del software e i tester vogliono verificare che tali modifiche funzionino come previsto.

In questo caso, inizierete un sanity test delineando le modifiche apportate, i processi che userete per testarle e i risultati attesi di ogni test.

Una build stabile

I Sanity test vengono eseguiti una volta che la build del software è stata testata per la stabilità tramite gli smoke test. È responsabilità di sviluppatori e tester assicurarsi che la build di un software sia stabile prima di condurre ulteriori test.

Scenari dei casi di test

Prima di iniziare i test di sanity check, è necessario delineare gli scenari dei casi di test che si intende verificare, a prescindere dal fatto che si tratti di test di sanity manuali o automatizzati.

Se state conducendo dei test di correttezza dopo che i bug sono stati risolti, dovrete definire dei casi di test che verifichino la qualità delle correzioni.

Strumenti di sanity testing

Non sono necessari strumenti speciali per eseguire il sanity testing, ma gli strumenti di sanity testing possono facilitare l’esecuzione dei test durante il normale svolgimento della giornata lavorativa.

Se volete passare a test di integrità regolari nel corso della giornata o se il vostro team di sviluppo apporta diverse modifiche a una build del software ogni giorno, gli strumenti di test di integrità potrebbero aiutarvi. Ad esempio, si possono utilizzare gli strumenti di test per implementare l’automazione dei processi robotici.

Il processo di sanity test

Il sanity test del software è di solito un processo relativamente veloce che può essere eseguito in meno di un’ora. L’automazione dei test di integrità può richiedere più tempo all’inizio, ma una volta impostato lo script di automazione è possibile eseguire i test di integrità in pochissimo tempo.

Seguite la seguente procedura per capire come eseguire un sanity test manuale e quali sono i passi da compiere in ogni fase del processo di test.

1. Identificare i componenti modificati

Lo scopo del sanity test è quello di verificare la funzionalità di caratteristiche e componenti specifici dopo che sono state apportate modifiche a una build.

Prima di iniziare il test di correttezza del software, è importante identificare quali componenti sono stati modificati o aggiunti alla build e quali aspetti del codice sono stati cambiati dall’ultima tornata di test.

2. Valutare ogni componente

Una volta identificati i componenti che devono essere testati, è possibile analizzare ogni singolo componente per comprenderne gli attributi e il modo in cui dovrebbe funzionare.

Questo aiuta i tester a comprendere i risultati attesi dei test di sanità mentale e a dare un senso ai risultati dei loro test.

3. Definire l’approccio di sanity testing

A questo punto, è necessario definire il proprio approccio al sanity testing. Avete intenzione di eseguire test manuali o automatizzati?

Se si utilizza un approccio automatizzato, gli strumenti utilizzati per automatizzare i test dovrebbero aiutare a creare script di test per verificare i componenti già identificati.

Se si esegue il test manualmente, si deve considerare come testare le funzioni da verificare.

4. Eseguire il test di sanità mentale

La fase successiva del test di sanità mentale è la conduzione del test stesso.

I tester eseguono il controllo manuale della correttezza valutando tutti i componenti, i parametri collegati e le funzioni dei moduli che sono stati modificati, aggiunti o modificati dall’ultimo test.

Quando si esegue il sanity test del software, confrontare i risultati di ogni sanity test con i risultati attesi del test per verificare se ogni componente funziona correttamente.

5. Le prossime tappe

Dopo aver eseguito il test di sicurezza, si valuta se la compilazione è passata o fallita. Se i test di correttezza danno luogo a comportamenti o risultati inaspettati, restituire la build agli sviluppatori per un ulteriore lavoro.

Se la compilazione supera il test di correttezza, cioè se tutti i componenti della compilazione si comportano nel modo previsto, si può procedere a un ulteriore test di regressione.

Le migliori pratiche per il sanity test

Poiché il sanity testing non è né scriptato né documentato, i tester possono condurre il sanity testing quando ne hanno bisogno. Non ci sono molte best practice raccomandate per il sanity testing, perché è un tipo di test del software così casuale, ma ci sono alcune regole che si possono seguire per assicurarsi di ottenere il massimo dai test di sanity.

Eseguire sempre un test di correttezza dopo l’aggiunta di nuove funzionalità

Il test di correttezza del software è necessario quando si aggiungono nuove funzioni o comandi a una versione stabile del software.

La best practice più importante del sanity testing è quella di eseguire sempre il sanity testing ogni volta che si modifica o si aggiunge un componente, o quando si ripara un bug.

Concentrarsi sulle funzioni e sui comandi rilevanti

Parte della definizione di sanity testing si concentra sulle funzioni e sui comandi, ma quando si esegue il sanity testing è importante concentrarsi sulle funzioni e sui comandi più importanti per il funzionamento della build del software.

Come lo smoke test, il sanity test è utilizzato al meglio per valutare le funzionalità fondamentali che potrebbero causare gravi interruzioni se non identificate in questa fase.

Automatizzare sempre i test, ove possibile

Se disponete delle risorse, degli strumenti e delle competenze tecniche necessarie per automatizzare i test di sicurezza, potete accelerare il processo di test e standardizzare le metodologie di test.

Questo non significa che i test automatizzati debbano sempre essere utilizzati al posto di quelli manuali, ma che l’implementazione di qualche tipo di test automatizzato accanto a quelli manuali è sempre la cosa migliore.

Tipi di output di un sanity test

Nella maggior parte dei casi, l’output di un test di integrità sarà semplicemente una decisione binaria di accettazione o di rifiuto, che dipende dal comportamento dei componenti testati nelle condizioni di test.

Passo

Se il codice modificato non presenta bug o errori logici, il test di integrità dovrebbe essere superato. Il superamento significa semplicemente che quando si esegue il test di sanità mentale, i moduli si comportano nel modo in cui ci si aspetta che si comportino.

Se il test di correttezza viene superato, i tester proseguono con ulteriori test e con una serie completa di test di regressione.

Bocciatura

Se le funzioni testate non si comportano come ci si aspetta quando si esegue il test di correttezza, significa che il test è fallito.

I tester passeranno poi la build del software al team di sviluppo per continuare lo sviluppo, riparare i bug e correggere eventuali errori nel codice che potrebbero causare il fallimento dei test.

Esempi di sanity test

Imparare a eseguire il sanity test con test di esempio è il modo migliore per capire come funzionano i sanity test e come condurre un sanity test manualmente.

IS YOUR COMPANY IN NEED OF

ENTERPRISE LEVEL

TASK-AGNOSTIC SOFTWARE AUTOMATION?

Di seguito sono riportate due illustrazioni del sanity testing con casi di test esemplificativi.

Test di sanità mentale dopo la correzione di un bug

Durante lo smoke test, gli sviluppatori hanno riscontrato dei bug all’interno di un’applicazione di e-commerce che impedivano ai clienti di aggiungere nuovi articoli ai loro cestini.

Dopo aver effettuato le riparazioni per risolvere questo bug, la build è stata passata ai tester QA per un test di correttezza. Il test di sicurezza consisteva nel verificare la funzionalità di aggiunta di nuovi articoli al carrello, per assicurarsi che funzionasse come previsto.

Test di sanità dopo le modifiche

Un team di sviluppatori ha lavorato a un aggiornamento per un’app per la lista della spesa che consente agli utenti di classificare le liste con diverse etichette. Ciò comporta l’aggiunta di molto nuovo codice alla build esistente per implementare questa funzione.

Una volta aggiunto il codice, i tester eseguono il sanity test per valutare la nuova funzionalità e verificarne le prestazioni. Si è verificato un bug che impedisce agli utenti di ricategorizzare un elenco dopo avervi aggiunto un’etichetta, per cui la build viene rimandata agli sviluppatori per un ulteriore lavoro.

Tipi di errori e bug rilevati attraverso il sanity test

Il Sanity test è comunemente usato per verificare la razionalità di una build di software dopo che sono state apportate modifiche che potrebbero influenzare la funzionalità del software.

Per questo motivo, i test di integrità del software possono aiutare i tester QA a identificare vari bug ed errori nel codice del computer.

Errori logici

I test di sanità mentale possono aiutare i tester e gli sviluppatori a identificare gli errori logici all’interno del nuovo codice. Questi errori possono causare un comportamento inaspettato delle funzioni principali o addirittura l’arresto del software.

Insetti

I bug nel codice informatico possono essere piccoli o grandi; in alcuni casi, possono semplicemente avere un impatto sull’usabilità e sulla comodità, mentre in altri possono impedire il funzionamento dell’intera applicazione.

I test di sanità mentale possono identificare i bug o rivelare se un bug è stato risolto in modo adeguato o meno.

Metriche comuni di sanity testing

Le metriche in qualsiasi tipo di test del software devono essere conteggiabili e quantificabili. Quando si esegue il sanity test, è importante tenere traccia delle metriche che possono aiutare a valutare l’output o il risultato del sanity test in modo oggettivo.

Questo è particolarmente importante se si vuole automatizzare i test di correttezza in futuro.

Alcuni esempi di metriche di sanity testing includono:

I casi di test non sono stati eseguiti
I casi di test sono stati superati
Casi di test falliti
Casi di test bloccati

In effetti, le metriche misurabili includono tutti i risultati che forniscono dati quantitativi che riflettono la performance della build del software durante il sanity test.

5 migliori strumenti gratuiti di Sanity Testing

Se siete interessati a implementare strumenti di sanity testing gratuiti che vi aiutino a pianificare, eseguire e automatizzare i test di sanity sulle build stabili del software, ecco un elenco di alcuni dei migliori strumenti di sanity testing disponibili online gratuitamente.

ZAPTEST edizione gratuita

ZAPTEST è una suite di strumenti di test gratuita, disponibile sia in versione gratuita che in edizione enterprise a pagamento.

ZAPTEST FREE è uno strumento di test del software che consente agli utenti di automatizzare test di integrità, smoke test e altri tipi di test del software per testare le applicazioni per Mac, Windows, Android e altre piattaforme.

È facile da usare e rappresenta il modo ideale per provare l’automazione del sanity testing senza pagare un prezzo elevato.

In breve, la tecnologia 1SCRIPT di ZAPTEST consente l’automazione dei test su qualsiasi applicazione software, multipiattaforma, cross-browser, cross-dispositivo e con un’interfaccia senza codice, ideale sia per i tester principianti che per quelli più esperti.

Lupo QA

Se cercate la semplicità, QA Wolf è un’applicazione di test QA estremamente semplice, completamente ospitata nel vostro browser, il che significa che non dovrete scaricare nulla per utilizzarla. Potete utilizzare QA Wolf per eseguire test automatizzati, indipendentemente dal vostro livello di competenza.

Selenio

Selenium è un altro strumento di test disponibile sia in edizione gratuita che a pagamento. Selenium è compatibile con molti linguaggi di programmazione, il che lo rende un’ottima scelta per i team di sviluppo che utilizzano linguaggi meno comuni, e può essere utilizzato per automatizzare i test di integrità e altri tipi di test per le applicazioni web.

Watir

Se volete iniziare a scrivere i vostri test software automatizzati ma non sapete da dove cominciare, Watir è uno strumento open-source che facilita la scrittura di test di integrità automatizzati semplici e manutenibili.

Mulino a vento

Windmill è uno strumento di test open-source creato per automatizzare il test e il debug delle applicazioni web. È uno strumento efficace per i sanity tester che vogliono verificare che le applicazioni web siano state debuggate correttamente durante la fase di sviluppo.

Lista di controllo per il test di sanità mentale

Prima di condurre i vostri primi test di sanità mentale, assicuratevi di aver capito come definire i test di sanità mentale e di cosa avrete bisogno prima di iniziare i test di sanità.

Sapete quali nuove funzionalità sono state aggiunte alla build?
Avete capito come dovrebbe funzionare la nuova funzionalità?
Quali sono i vostri criteri per superare o meno il test di sanità mentale?
È necessario acquisire strumenti di sanity testing prima di iniziare?
Come pensate di comunicare i risultati del vostro test agli sviluppatori?
Sapete come ripetere i test di sanità mentale, se necessario?
Una volta che conoscete tutte le risposte a queste domande, siete pronti per iniziare il vostro primo test di sanità mentale.

Conclusione

Il Sanity test è una fase necessaria del test del software che consente ai tester di valutare se i componenti modificati di recente funzionano correttamente. Il sanity testing viene sempre eseguito dai tester piuttosto che dagli sviluppatori ed è possibile automatizzare il sanity testing o eseguirlo manualmente.

Man mano che un numero sempre maggiore di team software si orienta verso l’iperautomazione, i test di correttezza automatizzati stanno diventando sempre più comuni. Idealmente, i team di software possono puntare a eseguire test manuali ed esplorativi quando testano nuovi componenti, mentre utilizzano i test automatizzati per testare piccole modifiche durante la giornata lavorativa.

FAQ e risorse

Se volete approfondire le vostre conoscenze sul sanity testing, consultate le risorse e le domande frequenti riportate di seguito.

I migliori corsi sull’automazione dei test di sanità mentale

È possibile saperne di più sul sanity testing e su altri tipi di test del software cercando corsi online sul sanity testing. Potete trovare corsi online su siti web come:

Coursera
Uplatz
Linea del corso
Edureka
Alcuni corsi online sono offerti gratuitamente, mentre altri possono offrire certificazioni o qualifiche al completamento a pagamento.

I migliori libri sul test di sanità mentale

Potete migliorare le vostre conoscenze sui test di integrità leggendo libri sui test di integrità e sui test del software.

Test del software, di Ron Patton
Come rompere il software, di James Whittaker
Tecniche di test del software, di Boris Beizer
Automazione del test del software, di Mark Fewster e Dorothy Graham
Agile Testing, di Lisa Crispin e Janet Gregory

Quali sono le 5 principali domande di intervista sul test di sanità mentale?

Prima di candidarvi a lavori di QA che potrebbero comportare l’esecuzione di test di sanità mentale, potete preparare le risposte alle più comuni domande di intervista sui test di sanità mentale.

Qual è la differenza tra il test del fumo e quello della salute?
Quando è necessario effettuare il sanity test?
Come si determina se un test di sanità mentale è fallito?
Quando è possibile eseguire test manuali o automatizzati?
Quali sono i vantaggi del sanity test?

I migliori tutorial di YouTube sul sanity testing

Per saperne di più sul sanity testing, consultate questi video di YouTube:

Che cos’è il test di sanità mentale?
La differenza tra test del fumo e test di sanità mentale
Che cos’è il test di sanità mentale? Accademia Purushotam
Smoke test e Sanity test con esempi

Come mantenere i test di sanità mentale

Poiché i test di integrità vengono solitamente utilizzati per verificare le modifiche apportate al codice, ogni volta che si esegue un test di integrità è possibile che si verifichino elementi diversi del codice o che si adatti il test per valutare funzionalità diverse.

Per questo motivo, è importante tenere sotto controllo la manutenzione del test di sanità mentale per essere pronti a eseguire il test ogni volta che è necessario.

Aggiornare i casi di test in base all’evoluzione delle funzionalità della build del software.
Seguire sempre le migliori pratiche di progettazione dei test
Rivalutate regolarmente i vostri test.
Tenere presente i progetti futuri quando si creano nuovi test.

Che cos’è il sanity testing in QA?

Sanity test in QA È un tipo di test del software che prevede la verifica dei componenti appena modificati o aggiunti a una build di software stabile per assicurarsi che si comportino correttamente.

Questa definizione di sanity testing distingue il sanity testing dallo smoke testing, perché quest’ultimo viene eseguito su build instabili.

Il sanity test del software viene sempre eseguito dai tester piuttosto che dagli sviluppatori e uno dei motivi più comuni per eseguire un sanity test è che un bug è stato risolto o riparato. In questo modo, i tester si assicurano che la correzione funzioni correttamente e possono iniziare i test successivi.

Naturalmente, se un’organizzazione ha bisogno di servizi di testing del software a livello aziendale, si metta in contatto con noi! ZAPTEST è lo strumento di automazione leader su qualsiasi piattaforma, tra cui Linux, Windows, Android, iOS, web. Permette di eseguire qualsiasi test, compresi i test di carico, i test delle prestazioni, i test dell’interfaccia utente, i test unitari, i test funzionali, i test di integrazione, i test dell’interfaccia utente, i test API complessi e molti altri ancora!

Download post as PDF

Alex Zap Chernyak

Alex Zap Chernyak

Founder and CEO of ZAPTEST, with 20 years of experience in Software Automation for Testing + RPA processes, and application development. Read Alex Zap Chernyak's full executive profile on Forbes.

Get PDF-file of this post